LABORATORIO DI SCRITTURA

Il laboratorio di scrittura organizzato in occasione della prima edizione di “Etnabook” avrà una durata totale di sei ore e la partecipazione sarà a numero chiuso, previo pagamento di una quota di iscrizione pari a 50 euro.

Docenti del corso saranno Antonio Ciravolo e Maristella Bonomo, due tra i più talentuosi e poliedrici autori emergenti. Le iscrizioni sono aperte fino al 2 settembre 2019, salvo superamento della quota massima di partecipanti.

Per informazioni e iscrizioni scrivi a info@etnabook.it

 

 

IL TEMPO E IL GESTO CREATIVO

di Antonio Ciravolo

Cos’è il tempo? Come ci si muove al suo interno? Quali sono le implicazioni del creare mondi che lo debbano contemplare? In quanti modi lo si può plasmare e come tradurlo?

Nell’arco dell’incontro con i partecipanti al laboratorio cercheremo di giocare con il concetto di tempo per poi utilizzare le multiple possibilità del percorrerlo creativamente. Cercheremo di utilizzare il perno del tempo per addentrarci in tecniche di sblocco creativo e far vivere i personaggi che dal tempo a nostra disposizione avranno il coraggio di venir fuori. Se è un processo fisico, e di certo un concetto filosofico, per quale motivo non utilizzare il tempo come strumento creativo?

Antonio Ciravolo è medico, scrittore, esperto di politiche migratorie, studia psicoanalisi lacaniana.

Nel 2015 esce il suo primo romanzo Un cerchio nel buio (Splen Edizioni). Con il suo primo romanzo si classifica 2° alla XXXII edizione del Premio Letterario Città Cava de’ Tirreni di poesia e narrativa – 2015; entra nella rosa dei finalisti al premio Raffaele Artese – Città di San Salvo 2015; vince il Premio Gelsomino D’ambrosio per la migliore copertina – 2015; si aggiudica il marchio Microeditoria di qualità 2015 all’omonimo concorso letterario; entra nella selezione del Premio Letterario Grotte della Gurfa – 2016. Il suo secondo romanzo L’ultima notte di X ottiene una menzione speciale al Premio Letterario Città Cava de’ Tirreni di poesia e narrativa – 2016. Nel 2017, sempre per Splēn edizioni pubblica Manuelita Cicuta Mulata e, nel 2018, per Robin Edizioni, esce Madame. Sempre nel 2018 porta in scena Asia, monologo teatrale con l’attrice Tiziana Giletto (ancora in tour) e scrive la sceneggiatura di Smiley, corto cinematografico con la regia di Daniele Di Mauro  (1° premio Corti in Cortile 2018 – sezione Cinema e Psichiatria) del quale è anche autore della colonna sonora. È inoltre autore di spot pubblicitari (testi e musiche). Nell’anno accademico 2018-2019 ha curato il corso di Cultura Visiva per fotografi all’interno dell’accademia euromediterranea Harim.

 

 

DA UN’IMMAGINE

di Maristella Bonomo

Si lavora su un’immagine evocata e su un’immagine data. Si esplora l’immagine: i suoi personaggi (visibili e invisibili), i suoi colori, il suo tempo, le sue voci, la sua urgenza, tensione. Chi la abita? Chi la fugge? Da dove proviene? A chi appartiene? In quale testo diviene? Il modulo, di tre ore, si concentrerà sul potenziale narrativo di un’immagine, come seme da cui può germogliare una storia.

Maristella Bonomo è nata a Catania nel 1979. Si è laureata in cinema al Dams di Bologna con una tesi sugli adattamenti cinematografici della Recherche proustiana. Ha conseguito il Dottorato in Italianistica, sempre all’Università di Bologna, con una tesi che analizzava la sceneggiatura cinematografica come genere letterario. Ha studiato Film writing e Creative writing alla Columbia University (NY). Ha pubblicato un libro di poesie, Passi segreti (Prova d’autore, 2008), un libro di racconti, Riflessi (Giraldi editore, 2009) e diversi contributi di narrativa, critica letteraria e cinematografica in volumi antologici, riviste e quotidiani. Il suo romanzo, Navel, vincitore del premio Torresano 2018, è stato pubblicato da Gilgamesh edizioni. Da regista ha realizzato il cortometraggio in pellicola SDRVGD’T (SVEGLIATI!), una fiaba ambientata tra le grotte laviche di Catania, selezionato in diversi festival nazionali e internazionali. Ha tradotto dal francese il romanzo Paradiso coniugale di Alice Ferney (Bompiani, 2013) e testi di narratori e poeti anglofoni contemporanei per alcune riviste letterarie e antologie. Ha frequentato laboratori teatrali e di danza contemporanea per approfondire lo studio sul rapporto del corpo con lo spazio e la parola. Si occupa di editing di sceneggiature, tiene corsi di scrittura creativa e di italiano per stranieri.